Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Tutto Bio 2016

Tutto Bio 2016_copertinaLIBRI Recensione – Le banche di questi tempi non godono di troppo popolarità, eppure qualcuna ci piace molto, come la banca delle sementi delle Svalbard e la Bio Bank, la banca dati del biologico italiano. A crearla nel 1993 sono Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino desiderosi di realizzare una raccolta sistematica e organizzata di dati sugli operatori del settore. Volontà divenuta realtà nel 1994 con Tutto Bio, un annuario contenente le informazioni su 1.200 operatori. A distanza di oltre due decenni il volume ha raggiunto la 22° edizione raccogliendo oltre 10.800 indirizzi e, dal 1999, ha un fratello nel web, il sito www.biobank.it, che ne integra e amplia i contenuti.

Un valore tira l’altro

In 22 anni Bio Bank ha avuto modo di perfezionare Tutto Bio, merito pure del contributo e dei suggerimenti dei lettori. L’esito è un annuario ben organizzato nella struttura e chiaro nelle informazioni, elementi essenziali per la tipologia di volume. Alla precisione dei riferimenti, l’edizione 2016 aggiunge letture di interesse a cominciare dalla parte iniziale con le parole di Fabio Gavelli a ricordare che l’agricoltura non deve essere soltanto bio, ma la condivisione di valori sociali ed etici, quelli del rispetto delle persone e della biodiversità. Un approccio alla terra che può essere al centro del cambiamento verso una comunità migliore dove il “Noi” solidale prevale sull’Io dominante nell’attuale società. Un contesto nel quale, sottolineano i curatori del volume Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino, “il biologico non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza”. Tesi supportata dalle 14 storie di persone attive in aziende biologiche che affiancano la produzione nel rispetto della natura alla legalità, alla solidarietà o ad altri valori. Come Maxime Beguin della Cosebuonedamatti che vende on line i prodotti bio delle cooperative sociali impegnate nell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, o Vincenzo Linarello della Gael Bio che combatte la criminalità organizzata in Calabria garantendo una filiera che assicura ai produttori di arance un equo compenso.

La Bio Bank Card

La visione di Tutto Bio ha pure il pregio di fornire aggiornamenti sul mondo del biologico grazie ai testi introduttivi di ogni sezione che delineano l’andamento dell’offerta evidenziando i settori in crescita e quelli in contrazione. Si scopre, ad esempio, che le catene di supermercati specializzati sono in aumento, che i gruppi di acquisto solidali vivono un momento di stallo o che i food track bio iniziano a farsi strada. C’è pure la recensione di 48 prodotti alimentari, parte meno attrattiva per l’esiguità delle schede pubblicate in relazione al mercato e per il rischio di contenuti promozionali. Limiti superati consultando la più ampia rassegna di prodotti presente nel sito Bio Bank e con la dichiarazione nel volume che si tratta di informazioni fornite direttamente dalle aziende. Stampato su carta ecologica, l’annuario include la Bio Bank Card per usufruire del 10% di sconto in 659 attività convenzionate, quali ristoranti, agriturismi, aziende agricole e profumerie.

Autori

“Se, come abbiamo sempre scritto, il cuore di Tutto Bio sono i censimenti di migliaia e migliaia di attività, allora l’anima sono le storie. Non sarebbe possibile lavorare da oltre vent’anni, con la stessa passione del primo giorno, per una banca dati che elabora ogni anno una quantità enorme di informazioni, senza la consapevolezza che dietro ogni attività ci sono le persone con le loro storie. Storie di coraggio e condivisione, storie di intuito e innovazione. Ma soprattutto storie di valori, seguendo il filo rosso del tema scelto. Per l’edizione 2016 Un valore tira l’altro. Le storie sono stimoli, scintille, semi. Noi le seminiamo sulla carta e sul web, perché da ogni storia, per imitazione, ispirazione, associazione ne nascano molte altre. Intendiamo il nostro lavoro editoriale soprattutto come informazione di servizio: dati utili nelle piccole cose di ogni giorno, come cercare un ristorante o un agriturismo, il negozio o il mercatino vicino, lo spaccio aziendale o la bioprofumeria. Ma anche ispirazioni per disegnare il proprio futuro”.

Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino

Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino

I numeri di Tutto Bio
6 sezioni e oltre 10.000 indirizzi
Introduzione: 50 fiere, 131 associazioni
Vendita diretta: 28 spesa a domicilio, 2.878 aziende con vendita diretta, 221 mercatini, 877 gruppi d’acquisto
Punti vendita: 1.395 negozi, 16 supermercati
Fuori casa: 1.527 agriturismi, 450 ristoranti & co
Alimenti: 13 organismi di controllo, 59 aziende, 64 fattorie sociali, 114 aziende equosolidali
Cosmesi e detergenza: 10 organismi di controllo, 244 aziende, 153 profumerie
Infanzia: 13 aziende di ristorazione, 1.250 mense, 650 fattorie didattiche

Scheda
Autore: Achille Mingozzi e Rosa Maria Bertino (a cura di)
Titolo: Tutto Bio 2016 – L’annuario del biologico
Pagine: 320
Immagini: si
Prezzo: 16 euro (2016)
Editore: Egaf Edizioni
Anno: 2016
Sito: www.biobank.it

Annunci

2 commenti su “Tutto Bio 2016

  1. Pingback: L’Italia è un po’ più “bio” | Slow Revolution

  2. Pingback: Tutto Bio 2017 | Slow Revolution

I commenti sono chiusi.

Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: