Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

The smile of war

cecigianthesmileofwarrgbBLOG Cecigian – Qual è il sorriso della guerra? Probabilmente quello malinconico della bocca cucita della Gioconda immaginato da Cecigian per la vignetta in mostra ad Arezzo nell’atrio d’onore della Provincia dall’8 al 26 settembre e in contemporanea a San Paolo del Brasile all’interno della collettiva “Sorridente con la Monna Lisa”, promossa dall’Associazione dei Caroonist brasiliani. E non potrebbe essere altrimenti considerati i morti innocenti, i massacri di prigionieri, le depredazioni e le violazioni dei diritti umani generati dai conflitti. Un sorriso triste per le tragedie e per la scarsa consapevolezza dell’opinione pubblica sul business bellico. Un affare che nel 2015 è valso quasi 1.700 miliardi di dollari solo per le spese militari, al quale si devono aggiungere i costi collaterali, come gli esborsi per la sicurezza interna o le perdite economiche causate dalle guerre. Voci che secondo l’Institute for Economics and Peace (IEP) fa salire l’impatto economico della violenza a 14.300 miliardi di dollari (dato 2014) pari al 13,4% del Pil mondiale. Un “investimento” realizzato con i soldi dei contribuenti e fruttuoso per generare altri soldi, quelli derivati dalla ricostruzione, dall’apertura di nuovi mercato per le merci dei vinti, dalla depredazione delle risorse naturali a basso costo. Un sistema che arricchisce pochi impoverendo molti, che fa leva su valori morali e credenze religiose per giustificarsi e talmente potente da prevaricare principi etici fondamentali, come il ripudio alla guerra sancito dalla Costituzione italiana all’articolo 11 e sistematicamente dimenticato per non compromettere il florido export dell’industria nazionale delle armi. Un sistema al quale forniamo la nostra complicità inconsapevole con il nostro silenzio o con i nostri risparmi depositati nelle “banche armate. Capirlo sarebbe già un passo importante verso un mondo di pace dove i denari di distruzione potrebbero essere impiegati per alleviare la povertà e tutelare l’ambiente. Perché la vera “utopia” è continuare a credere che le guerre si fanno per esportare la democrazia.

Per approfondire

Banche Armate

Istituto di Ricerche Internazionali Archivio Disarmo (IRIAD)

Paecelink

Rete per il disarmo

Cecigian
Sito: cecigian.blogspot.it
Facebook: www.facebook.com/CeciGian
Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 settembre 2016 da in Blog con tag , , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: