Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Crespelle di farina di ceci con asparagi e crema di patate

BLOG Cuoche clandestine – E’ difficile che a qualcuno non piacciano le crespelle. Si possono fare in mille modi, forme, variando gli ingredienti a piacere. Soddisfano tutti e non sono molto difficili da fare: basta un po’ di esercizio. Questa volta le abbiamo fatte con la farina di ceci e senza uova. Sono delicate al gusto e molto leggere. Inoltre possono essere servite tranquillamente a chi ha problemi di intolleranze al glutine e alle uova. Per il ripieno abbiamo scelto una verdura di stagione: gli asparagi. Serviamo le crespelle con due salse: una ottenuta dalla base del ripieno (patate e asparagi), l’altra richiama l’impasto della crepes ed è l’hummus di ceci (la ricetta è qui).

Una leggenda culinaria dice che la prima crepes viene sempre male e si deve buttare via. Beh, per essere onesti, a noi capita di buttarne via anche più di una, ma non bisogna scoraggiarsi: effettivamente, dopo le prime ci si prende la mano e si ottengono ottimi risultati. A questo punto dobbiamo dirvi che il ripieno delle crespelle che abbiamo scelto risulta molto delicato, con una tendenza al dolce. Se volete un gusto più deciso, potete aggiungere al ripieno una strisciolina di formaggio stagionato, meglio di mucca, perché il formaggio di pecora coprirebbe troppo il sapore degli asparagi.


Ingredienti per 4 persone

– 800 g di patate

– 600 g di asparagi

– 500 g di farina di ceci

– 750 g di acqua

– 100 g parmigiano grattugiato

– succo di mezzo limone

– olio extravergine di oliva, sale, pepe q.b.

Tempo: 1 ora e 30 minuti – Difficoltà: media

Fate lessare le patate. Nel frattempo, in una ciotola mettete la farina di ceci, aggiungete un po’ alla volta l’acqua, 4 cucchiai di olio di oliva, mezzo cucchiaino di sale. Sbattere con una frusta fino a ottenere una pastella liscia e senza grumi. Fate riposare almeno mezz’ora. Nel frattempo, pulite e scottate gli asparagi in acqua bollente e salata. Cinque minuti saranno più che sufficienti se non sono asparagi troppo grossi.
Passato il tempo del riposo, si fanno le crespelle. Noi abbiamo utilizzato un padellino antiaderente quadrato, ottenendo crepes di 15 cm per lato. Per ciascuna crepes abbiamo usato 60 g di impasto. Spennellate il fondo del padellino con l’olio. Versate l’impasto nel padellino rovente: la fiamma deve essere alta. All’inizio vedrete delle bollicine piccole, poi la pastella si distenderà e quando le bolle diventeranno più grandi girate la crespella con delicatezza. Due minuti di cottura per lato dovrebbero bastare. Staccate pian piano la crespella dalla padella: quando si stacca senza fatica, è pronta. Mescolate bene la pastella ogni volta. Ripetete l’operazione fino a esaurimento della pastella: noi abbiamo ottenuto 16 crepes.

Una volta cotte tutte le crepes, tagliare gli asparagi in due, separando la parte alta da quella bassa. Conserviamo le cime degli asparagi per il ripieno della crespella. Mettere nel bicchiere del frullatore le parti terminali degli asparagi e le patate, assieme a 4 cucchiai di olio e un paio di pizzichi di sale. Frullare fino a ottenere una crema. Sarebbe meglio non frullare le patate perché tendono a diventare collose: se avete tempo, passate le patate al setaccio e frullate solo gli asparagi, unendo poi tutto assieme.
Porre su ciascuna crespella due cucchiai di crema di asparagi e patate, due punte di asparagi. Condire con pepe, un filo d’olio e una manciata di parmigiano. Richiudere la crespella e appoggiarla in una teglia unta d’olio. Spolverare le crepes con parmigiano grattugiato e un filo d’olio. Mettere in forno preriscaldato a 200°C per 10/15 minuti, il tempo che si formi una crosticina croccante. Nel frattempo preparate la salsa di accompagnamento: vi sarà sicuramente rimasta della crema di patate e asparagi (le dosi che vi abbiamo dato lo prevedono). Aggiungete 4/5 cucchiai di olio di oliva e il succo di mezzo limone. Frullate con il frullatore a immersione e otterrete una sorta di maionese vegetale. Se la volete più fluida, aggiungete olio o un goccio di acqua: assaggiatela e regolatevi a piacere. Si, stavolta frulliamo le patate, ma va bene così per la consistenza che vogliamo, fidatevi. Un’altra salsa che potreste accompagnare a queste crespelle è l’hummus di ceci: la ricetta la trovate cliccando l’qui.

La ricetta completa di foto è visibile qui

Cuoche Clandestine

Blog: cuocheclandestine.blogspot.it

Facebook: www.facebook.com/cuoche.clandestine

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 maggio 2017 da in Blog, Enogastronomia con tag , , , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: