Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Noodles alla mauriziana

BLOG Le delizie del cuoco – L’isola di Mauritius è tra le meraviglie naturali della Terra, adorata per le spiagge paradisiache, ma con un entroterra di fascino con foreste, cascate e crateri vulcanici. Conosciuta dall’antichità da malesi e arabi, è state conquistata da portoghesi, olandesi, francesi e inglesi per divenire indipendente nel 1968. Dominazioni che hanno influenzato una cultura già variegata con l’appartenenza alle radici africane, arricchita dalla forte immigrazione indiana dell’800 e dalle presenza nell’arcipelago di numerose etnie, come quella musulmana e cinese. Una miscela di tradizioni che ha insaporito la cucina con saperi e usanze differenti, rendendola molto ricca e eterogenea. A dominare sono le spezie come il curry, lo zenzero, il cardamomo, la curcuma o la cannella, miscelati con aromi quali coriandolo, menta, erba cipollina e timo. Le pietanze sono a base di carne, pesce o vegetali e cucinate in modi diversi, dal fritto al forno, dal vapore al wok e alla griglia. Una mescolanza di ingredienti e metodi di cotture sbocciate in numerose ricette, come i Noodles alla mauriziana che vi proponiamo nell’interpretazione di Vima Narrainen, cuoca figlia d’arte da anni impegnata a diffondere la tradizione della cucina dell’isola africana in Italia.

Ingredienti per 4 persone
– 1 confezione di noodles cinesi di 250 gr circa
– 2 fette di petto di pollo
– 200 gr di gamberi
– 4 uova
– 100 gr di crauti
– 2 carote
– 50 gr di erba cipollina 50 gr di cipollotti
– 1 cucchiaio di pasta di zenzero e aglio
– Salsa di pesce, olio di girasole, sale e pepe e salsa di soia scura q.b.


Iniziate a tagliare carote, crauti, pollo, gamberi, erba cipollina e cipollotti. In una pentola wok saltate prima il pollo precedentemente marinato, la pasta di zenzero e aglio, la salsa di soia e la salsa di pesce, lasciate cuocere fino alla doratura e toglietelo dal fuoco. Stessa procedura con le carote e crauti, e mettete tutti gli ingredienti da parte e divisi. Fate una frittata con le uova sbattute e tagliate a striscioline o fettine piccole, e saltate i gamberi. Nel frattempo, mettete l’acqua a bollire con il sale e 2 gocce di olio e, quando bolle, buttate dentro i nidi di noodles e cuocete per 2-3 minuti circa staccandoli delicatamente con una forchetta. Colateli sotto l’acqua fredda e aggiungete un filo d’olio per non farli attaccare.
Rimettete il wok sul fuoco con un filo d’olio e iniziate a saltare le verdure insieme al pollo e gamberi aggiungendo un piccola quantità di noodles, spruzzate un po’ di cipollotti e di erba cipollina e le salse di soia e di pesce ed infine un po’ di frittata. Trasferite i noodles saltati in una pentola e ricominciate a fare la stessa procedura più volte finché rimangono gli ingredienti. I noodles possono essere accompagnati con una salsa piccante oppure con una salsa agro dolce.

La cuoca

Vima Narrainen, nata alle Mauritius nel 1970, è figlia d’arte avendo imparato l’amore e la tecnica della cucina da suo padre, Naden, chef presso La Pirogue Hotel a Flic en Flac. Fin da bambina ha sempre provato una particolare attrazione per la cucina del suo paese un mix tra la cucina creola, indiana, cinese e francese. Dal 1989 vive in Italia, dove ho potuto studiare e approfondire, ma soprattutto assaporare, la cucina italiana. Durante il suo percorso professionale ha lavorato anche in ambito televisivo, partecipando a programmi di cucina, tra i quali “Ale contro tutti”, “Fuori menù” e “Hell’s Kitchen” oltre alla manifestazione internazionale “Pasta World Championship” ideata da Accademia Barilla in Parma. Esperienze con il quale ha trasformato la passione per il food in un’attività professionale come chef per il catering di eventi privati e aziendali specializzata in cucina mauriziana e non.

Sito www.vimasfood.comBlog www.vimasfood.blogspot.com

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 aprile 2017 da in Blog, Enogastronomia con tag , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: