Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Un altro futuro possibile è di scena a Milano

fa la cosa giustaEVENTI Fa’ la cosa giusta – Probabilmente è la fiera più affine all’idea di “un altro mondo è possibile”, slogan coniato al primo Social Forum Mondiale di Porto Alegre del 2001 e divenuto il motto contrapposto all’ineluttabile globalizzazione al quale tende l’economia mondiale. E’ Fa’ la cosa giusta, rassegna del consumo critico e degli stili di vita sostenibili nata nel 2004 per volere di Terre di Mezzo e in programma dal 18 al 20 marzo a fieramilanocity del capoluogo lombardo. Una tre giorni dove esplorare il mondo possibile fatto di cibo sano e pulito, di arredi equi e solidali, di turismo lento e consapevole e di mobilità sostenibile e silenziosa. Ma qui si possono trovare pure abiti creati con materie prime naturali e senza lo sfruttamento delle persone, prodotti per la cosmesi e l’igiene personale che proteggo il corpo senza deturpare l’ambiente o quelli delle cooperative carcerarie che favoriscono il reinserimento lavorativo e sociale dei detenuti.

Omaggio all’anno dei Cammini

Alla ricchezza espositiva (sono attese più di 700 adesioni) si affianca un ampio programma di incontri e dibattiti sui diversi temi per il quale vi rimandiamo alla pagina del programma del sito dell’evento. Qui ci limitiamo a segnalare alcune delle proposte più interessanti, partendo da quelle per viaggiare che avranno come tema centrale la viandanza in omaggio all’anno nazionale dei Cammini, il 2016, proclamato dal Ministero dei beni culturali. Attorno a “La Pizza dei Viaggiatori” si potranno visionare le proposte di trekking e cicloturismo degli operatori slow e quelle istituzionali. La Regione Lazio presenterà il Cammino di San Benedetto tra Subiaco e Montecassino e offrirà rappresentazioni teatrali e musicali ispirate al pellegrinaggio sul Cammino di Francesco e sulla via Francigena, percorso al centro pure delle iniziative volute dalla Regione Toscana. L’Umbria porterà in fiera la Via di Francesco e i Cammini Francescani, compreso il progetto Pet Friendly per rendere accessibile agli amici a quattro zampe le vie del Santo patrono degli animali. Per chi ama camminare ci sono pure le proposte di trekking urbano, come quella della cooperativa La Paranza per scoprire le Catacombe di Napoli, e quelle nel mondo, quale il viaggio in Marocco de La Compagnia dei Cammini creato per fornireun contatto profondo e non mediato coi luoghi visitati e con le persone incontrate, facendo scoprire realtà isolate e arcaiche là dove solo i piedi possono portare”.

Gli appuntamenti a pedali

Se al camminare si preferisce il pedalare ci sono i tour per ciclisti, come i 600 km nel Parco Nazionale del Cilento che costituiscono La Via Silente, e il parcheggio gratuito e coperto della Ciclofficina Balenga che, oltre alla custodia dei cicli, offre assistenza per piccoli guasti e riparazioni. NeLa Cittadella della Bici” si potranno vedere biciclette artigianali come quelle di Barse Cicli o de La Stazione della Biciclette, protagonista pure dell’incontro “A ritmo lento: cicloturismo per tutti” (sabato 19 alle 11) organizzato con Girolibero ed Ediciclo Editore. Per chi la bici la vuole costruire segnaliamo “Come nasce una bici” (domenica 20, ore 16) voluta da Rinnova Innovazione e Riuso. Altre attrazioni a pedali sono Ciclosfuso, una ciclo officina con vendita di vino sfuso, il progetto di “Mamme in bici” di Cyclopride e Wonder Way, il tour collettivo dalla Stazione Cadorna alla Fiera previsto per sabato 19.

La cultura del nutrirsi

La cultura del cibo è preminente a Fa’ la cosa giusta e le occasioni per degustare prelibatezze o per esplorare le buone pratiche di produzione e distribuzione non mancano. Tra le numerose iniziative di enogastronomia ci limitiamo a citare la presenza di progetti di agricoltura “circolare” che abbinano economia sostenibile e democrazia partecipata come “Agroecologia” dell’Economia Solidale nella Martesana (MI), “Agricol-Lura” di Corto Circuito (CO), “Spighe sostenibili” di Spiga e Madia (MB) o “Terra e Cibo, per una comunità resiliente nell’Abbiatense” del Forum Cooperazione e Tecnologia. Per nutrirsi l’animo ci sono i libri, a cominciare da “Olio di palma” di Mariangela Molinari, inchiesta sul grasso più consumato al mondo che costituisce pure un insolito biglietto per l’accesso per due giorni in fiera e consente di ricevere in omaggio l’e-book “Pasta Madre”. Tra gli altri volumi presentati alla rassegna milanese citiamo “Un milione di vite” di Flego Gaddo, operatore di Medici Senza Frontiere che narra la sua esperienza in Rwanda durante il genocidio del 1994, e gli incontri con gli autori delle guide ai Percorsi a piedi e in bicicletta di Terre di mezzo Editore, come Luciano Callegari, Donatella Capizzi Maitan, Immacolata Coraggio, Giancarlo Cotta Ramusino, Riccardo Latini e Angela Seracchioli.

Fa’ la cosa giusta!

Dove: Milano, Fieramilanocity, padiglioni 3 e 4, viale Colleoni, Gate 4 
Quando: 18-20 marzo

Orari
Venerdì 18 marzo: ore 9-21
Sabato 19 marzo: ore 9-21
Domenica 20 marzo: ore 10-20

Biglietto 
Ingresso con catalogo: 7 euro 
Ingresso con il libro “Olio di Palma”: 10 euro, accesso consentito per 2 giorni 
Minori di 14 anni: ingresso gratuito
Persone disabili: entra gratuitamente l’accompagnatore.
Invalidi: ingresso omaggio, mostrando documento invalidità.

Sito: www.falacosagiusta.org

 

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 15 marzo 2016 da in Eventi con tag , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: