Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Falafel

Falafel 1BLOG Cuoche clandestine – Profumi mediorientali in questa ricetta. I felafel sono diventati famosi anche da noi, in Italia, da quando proliferano tanti negozi che propongono il kebab.
Non sono veloci da fare a casa, perché prevedono una preparazione piuttosto lunga, ma sono molto facili da cucinare e ottimi per accompagnare un aperitivo o da servire come sfiziosi antipasti. Secondo alcune ricette i felafel si fanno con uguale quantità di fave e ceci: noi abbiamo provato solo con questi ultimi, ma certamente devono essere buonissimi anche con le fave. Il procedimento non cambia. Se volete far colpo sui vostri ospiti, accompagnate i felafel con l’hummus (la ricetta è qui): è una salsa che si prepara molto velocemente ed è deliziosa. Noi abbiamo ricoperto i nostri felafel con semi di sesamo non tostati, perché ci piaceva l’idea del contrasto di colori. Se a voi piace una maggiore uniformità, utilizzate semi tostati, per avere delle polpettine uniformemente marroncine.

Ingredienti per 60 felafel
Falafel 21 kg di ceci secchi, ammollati
2 cipolle di media grandezza
2 spicchi di aglio
150 g di sesamo decorticato
50 g di prezzemolo
1 cucchiaino di polvere di coriandolo
1 cucchiaino di pepe nero macinato
1 cucchiaino di polvere di cumino
1 cucchiaino di lievito in polvere
2 cucchiai di farina, di ceci, se l’avete
20 g di sale
1 litro di olio di semi di arachidi per friggere

Per preparare i felafel dovrete cominciare dalle 24 alle 36 ore prima. I ceci, infatti, vanno messi in ammollo in acqua e lasciati riposare per tutto quel tempo, cambiando l’acqua tre/quattro volte. Trascorso il tempo dell’ammollo, scolate, prendete i ceci e frullateli in un robot da cucina. Poi versateli in una grossa ciotola dove unirete: il prezzemolo tritato, le cipolle tritate, l’aglio tritato o schiacciato, le spezie e le polveri indicati nella lista degli ingredienti. Amalgamate il tutto e ripassate il composto al mixer, in modo da avere un composto abbastanza fine, ma non liscio: risulterà granuloso e così deve essere. Preparate un vassoio o un piatto con i semi di sesamo. Prendete una cucchiaiata di impasto e arrotondatela tra le mani (meglio se vi spalmate sopra un po’ d’olio). Passate la polpettina nel sesamo e mettetela da parte. Continuate fino a esaurimento dell’impasto.
Friggete in olio caldissimo finché i felafel assumeranno un bel colore dorato. Serviteli caldissimi, accompagnandoli con la salsa tahina (la ricetta è qui). In alternativa andrà bene anche una salsa di yogurt greco ed erba cipollina.

La ricetta completa di foto è visibile qui

Cuoche Clandestine
Blog: cuocheclandestine.blogspot.it
Facebook: www.facebook.com/cuoche.clandestine

Annunci

Un commento su “Falafel

  1. clibi
    9 marzo 2016

    Fave…ceci…fateli come volete…quando una cosa è buona…. è buona 🙂

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 marzo 2016 da in Blog, Enogastronomia con tag , , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: