Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Fagottini di verza con baccalà

fagottini di verza 1BLOG Cuoche clandestine – Il baccalà è un ingrediente che si trova in tutte le stagioni perché è merluzzo conservato sotto sale. La verza, invece, è un prodotto tipicamente invernale.
Si tratta di un vegetale con cui si fanno ottime zuppe e spesso è usato per fare involtini con il riso. Noi invece ci abbiamo messo il
pesce, arricchito con uvette, frutta secca e spezie.
E’ un piatto leggero e gustoso ed è praticamente completo, grazie alla porzione di legumi che utilizziamo come base dei fagottini. Se usate il baccalà già ammollato (in commercio si trova facilmente) e i fagioli in scatola, l’esecuzione di questa ricetta richiede pochissimo tempo, un’ora al massimo. Se invece dovete dissalare il baccalà vi ci vorranno diversi giorni…dipende da quanto tempo avete. Se volete, potete facilmente sostituire il baccalà con altri pes
ci bianchi: merluzzo fresco, ma anche cernia o persico.

Ingredienti per 4 persone 

  • 8 foglie di verza
  • 400 g di baccalà dissalato e ammollato
  • 1 patata lessata di circa 200 g
  • 2 cucchiai di pinoli tostati + alcuni per decorare
  • 2 cucchiai di noci tritate grossolanamente
  • 2 cucchiai di uvetta passa 
  • 8 scaglie di Parmigiano
  • 240 g di fagioli cannellini in scatola
  • 1 cucchiaio di cipolla tritata
  • 1 pizzico di noce moscata
  • 1 pizzico di polvere di chiodi di garofano
  • sale, pepe, olio di oliva q.b.

fagottini di verza 2Portare a bollore dell’acqua in una pentola capiente (circa due litri). Mettere in ammollo l’uvetta in una tazza con acqua calda.
Lavare le foglie di verza e con accortezza, eliminare la parte del nervo centrale della foglia (la parte bianca più dura). Immergete le foglie in acqua bollente, due alla volta, non di più, e fare bollire per 3-4 minuti. Quindi rimuovetele dalla pentola con una schiumarola e adagiatele in un contenitore con acqua fredda per un paio di minuti: questo serve perché si raffreddino velocemente e non perdano il colore brillante. Poi mettele su un canovaccio pulito ad asciugare. Non buttate via l’acqua di cottura della verza.

Preparare il ripieno: tritare con il coltello la polpa di baccalà cruda e ripassatela in padella con due cucchiai di olio per circa 5 minuti: questo serve solo per far perdere l’umidità al pesce. Poi mettetelo in una ciotola e aggiungete le noci, i pinoli, l’uvetta passa strizzata, il sale, il pepe e la patata bollita schiacciata. Amalgamate il tutto.

Prendete una foglia di verza adagiatevi sopra due o tre cucchiai abbondanti di ripieno. Formate dei rotolini seguendo la piegatura naturale della foglia. Continuare fino a formare tutti i fagottini.

Mettete i fagottini in una teglia da forno, versateci sopra due cucchiai di olio e un paio di cucchiai di acqua di cottura della verza. Appoggiate su ogni fagottino una scaglia di parmigiano e coprite la teglia con foglio d’alluminio. Cuocete in forno preriscaldato a 160°C per 20 minuti circa.

Nel frattempo, preparare la crema di cannellini. In una padella con due cucchiai di olio e.v.o. far rosolare la cipolla fin quando diventa trasparente. Aggiungere i i cannellini (scolati e sciacquati dall’acqua di conservazione), mezza tazza di acqua di cottura delle verze, sale e pepe a vostro gusto e un pizzico di noce moscata e chiodi di garofano (a piacere). Far insaporire per qualche minuto e poi frullare con un frullatore ad immersione. Se desiderate una crema meno densa, aggiungete olio o acqua di cottura delle verze.
Impiantate mettendo la crema di cannellini sul fondo del piatto, due rotolini per ciascun piatto e guarnite con una cucchiaiata di crema di fagioli calda, qualche pinolo tostato, un filo d’olio e pepe. Buon appetito!

La ricetta completa di foto è visibile qui

Cuoche Clandestine

Blog: cuocheclandestine.blogspot.it

Facebook: www.facebook.com/cuoche.clandestine

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 dicembre 2015 da in Blog, Enogastronomia con tag , , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: