Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

Piano B 4.0

Lester Brown Piano B 4LIBRI Recensione – Quanto costa salvare il Pianeta? 187 miliardi di dollari all’anno fino al 2020. È tanto? No, se si considera che al mondo si spendono 1.464 miliardi (607 solo gli Stati Uniti) per le spese militari. Il problema, quindi, non è il denaro, ma le scelte politiche. Che continuano a “dare al terrorismo una risposta militare”, anziché prevenirlo costruendo “una società globale equa e sostenibile”, e perseverano nel promuovere il “business as usual” (l’attuale modello industriale) che aggrava la crisi economica e potrebbe portare al “collasso della nostra civiltà”. È il pensiero di Lester Brown, uno dei più autorevoli esperti mondiali dello sviluppo sostenibile, espresso in “Piano B 4.0”, la quarta “tappa” della strategia per fermare la crisi ambientale iniziata con l’omonimo libro del 2004.

Il rischio sono nuove guerre

Un scelta, quella della conversione “verde”, che appare più che mai auspicabile se si considerano le conseguenze dell’inoperosità. Il rischio è un ulteriore incremento delle spese militari per fare fronte ai disagi generati dai cambiamenti climatici. Secondo lo scienziato americano, infatti, l’inazione porterà a una crisi energetica, alimentare e idrica che non farà altro che aumentare i conflitti per accaparrasi le risorse sempre più scarse. Non solo. L’innalzamento del livello del mare, l’aumento degli eventi catastrofici, la crescita degli indigenti e l’erosione e la desertificazione dei terreni genererà milioni di profughi in cerca di luoghi dove sopravvivere con gli esisti facili da immaginare.

Una strategia di salvezza

Come scongiurare il peggio? “Abbassare le emissioni di CO2 dell’80% entro il 2020, stabilizzare la popolazione mondiale al di sotto degli 8 miliardi, sconfiggere la povertà e ripristinare la stato di salute degli ecosistemi”. Quattro obiettivi raggiungibili con innumerevoli strategie, per lo più note. Tra queste citiamo la conversione del sistema energetico basato su carbone e petrolio con uno fondato su efficienza, fonti rinnovabili e sequestro della CO2 (piantagione di alberi) e una profonda riforma fiscale che penalizza i produttori di anidride carbonica e riduca la pressione imponibile sul lavoro. Ma pure un sistema di trasporto meno inquinante, lo sviluppo di tecnologie e materiali “green” o l’adozione di un’agricoltura sostenibile.

Agire in fretta e con determinazione
Per vincere la sfida per una nuova civiltà sostenibile è essenziale un requisito: fare in fretta. Il tempo per contenere le emissioni di gas serra ed evitare che le conseguenze climatiche siano irreversibili è poco. Per questo l’autore esorta i lettori ad agire in prima persona con una doppia modalità: adottare stili di vita sostenibili e fare pressione per indurre i decisori politici ad abbandonare il Piano A, quello del “business as usual”, per attuare senza indugi il Piano B.

L’autore

Fondatore e presidente dell’Earth Policy Institute, organizzazione no-profit che si prefigge di elaborare un piano per un futuro sostenibile. Circa 30 anni fa contribuì alla definizione del concetto di sviluppo sostenibile, un’idea che è alla base del suo progetto di eco-economia. È stato fondatore e presidente del Worldwatch Institute, considerato il più autorevole osservatorio sui trend ambientali del nostro pianeta. Nel corso della sua carriera ha pubblicato più di 50 libri, tradotti in oltre 40 lingue, e ha ricevuto 24 lauree honoris causa.

 

Scheda
Autore: Lester Brown
Titolo: Piano B 4.0. Mobilitarsi per salvare la civiltà
Pagine: 3
84
Immagini: no
Prezzo: 20 (201
5)
Editore: Edizioni Ambiente
Anno: 2010
Sito:
www.edizioniambiente.it

Annunci

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 aprile 2015 da in Ambiente, Libri con tag , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: