Slow Revolution

informazioni per un mondo più consapevole

SciaccheTrail, degustando la natura

sciacchetrail_02-940x420EVENTI TurismoPer Eugenio Montale “supera di gran lunga quel liquoroso vino di Porto ingiustamente più famoso del nettare cantato anche da Boccaccio con il nome di Vernaccia delle 5 Terre”. E’ il Sciacchetrà, noto in loco con il nome dialettale di refursà, vino DOC dorato di uva bianca lasciata passire naturalmente e prodotto con acini selezionati sgranati a mano. Chi se ne intende afferma che ha profumo intenso con note di fiori, miele e frutta appassita, sapore dolce e vellutato con retrogusto mandorlato. Per i più romantici ha semplicemente il gusto del sole, della terra e del mare, nonché della cultura millenaria dei contadini che raccolgono i grappoli di uve Bosco (60%), Albarola e Vermentino dai terrazzamenti che hanno reso celebre la Liguria di Levante. Per tutti è un piacere del palato che merita di essere festeggiato con il SciaccheTrail, la manifestazione in programma a Monterosso il 27 e 28 marzo. Un evento che vuole celebrare il passito con una festa enogastronomica e una corsa di running. La prima ha come epicentro Piazza Garibaldi con le bancarelle di vino bianco Cinque Terre e Sciacchetrà (coupon di 12 euro per 3 degustazioni) e delle prelibatezze gastronomiche di Val di Vara, Parco Appennino Tosco Emiliano e Lunigiana. La seconda parte la domenica dalla stessa piazza nel centro di Monterosso per arrampicarsi sui colli dell’entroterra fino a raggiungere i 750 msl del Monte Malpertuso e ridiscendere a mare dopo avere solcato 47 km dei sentieri del comprensorio del Parco Nazionale delle Cinque Terre. Chi preferisce passeggiare, può camminare per un tratto del percorso che rimane aperto tutto l’anno ed è facilmente individuabile grazie alla nuova segnaletica verticale inaugurata proprio con la corsa domenicale.

Piccoli consigli pratici

Per arrivare a Monterosso si consiglia il treno, mezzo ecologico e scevro da stress da parcheggio e da ritiro patente per superamento del tasso alcolico, ipotesi probabile in manifestazioni con il calice. Per dormire si possono scegliere le strutture presenti a Monterosso e nei borghi delle Cinque Terre, reperibili tramite il sito del Consorzio Turistico, o alcune proposte attrattive nelle località vicine. Tra le molte ve ne segnaliamo due: Il B&B della Pace a Montaretto, piccolo borgo inerpicato sopra Bonassola dove si trova pure un economico ostello, e il villaggio La Francesca, un oasi di verde e pace tra Bonassola e Levanto. Da entrambe si può raggiungere a piedi la stazione di Bonassola per prendere il treno che in 10 minuti porta a Monterosso. Una passeggiata di 15 minuti lungo la ciclabile ricavata dalla ferrovia dismessa partendo da La Francesca, una discesa ripida in mezzo al bosco di una ventina di minuti (ma per risalire ci vogliono gambe, fiato e un po’ più tempo) per chi arriva dal B&B della Pace.

Annunci

Un commento su “SciaccheTrail, degustando la natura

  1. Parole di Gusto
    10 aprile 2015

    Ottimi spunti di viaggio! Per il soggiorno un’altra ottima soluzione potrebbe essere un wine relais 😉 ecco dove trovarli: http://goo.gl/N877Tj

    Mi piace

I commenti sono chiusi.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 27 marzo 2015 da in Enogastronomia, Eventi con tag , , , , , .
Small-Facebook-Logo
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: